Sequestro Shalabayeva, poliziotti a processo

Rinvio a giudizio per il questore di Palermo Cortese e quello di Rimini Improta. Diplomatici salvati dall’immunità

I funzionari dell’ambasciata coinvolti nel sequestro di Alma Shalabayeva sono stati prosciolti, ma non nel merito. Grazie all’immunità diplomatica. Ma a pagare per quel presunto sequestro di persona sono, tra gli altri, Renato Cortese, ora a capo della Squadra mobile di Roma, ora questore di Palermo, e Maurizio Improta, che era responsabile dell’ufficio immigrazione e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.