Scuola in ritardo per l’assunzione di 30 mila docenti

Largo ai supplenti - L’assegnazione dei posti slitta per la lentezza delle graduatorie. Il governo prepara il decreto per congelarli
Scuola in ritardo per l’assunzione di 30 mila docenti

Il nuovo ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti, non ce l’ha fatta a cambiare completamente registro rispetto ad anni e anni di caos: l’anno scolastico è iniziato con la metà delle assunzioni programmate e un ingente ricorso ai supplenti che, inevitabilmente, l’anno prossimo dovranno lasciare il posto ai titolari delle cattedre. A dirlo sono numeri e sindacati: […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.