Romeo, difesa con autogol: “Gare Consip col trucco”

La linea - L’imprenditore in carcere per corruzione contesta la regolarità del mega-appalto e accusa i concorrenti. Ha perso il lotto che vinceva dal 2006
Romeo, difesa con autogol: “Gare Consip col trucco”

Secondo Marco Gasparri – il dirigente della Consip accusato di essere stato corrotto da Alfredo Romeo – l’imprenditore napoletano arrestato lo scorso 1 marzo era ossessionato dall’idea di essere vittima di un complotto dei suoi concorrenti per truccare le gare a suo danno. Da qui la strategia di cosiddetta “legittima difesa criminale” che l’ha portato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.