Rendez vous con gli scafisti, fuck Roma e bandiera libica

Intercettazioni e testimonianze - Un operatore di Save the children: “La Iuventa la più temeraria. Restituivano i gommoni invece di tagliarli”
Rendez vous con gli scafisti, fuck Roma e bandiera libica

Una bandiera tricolore rosso-nero-verde della “nuova” Libia post-Gheddafi sventolava il 26 giugno scorso sull’albero a poppa della Iuventa, battente bandiera olandese, della ong tedesca Jugend Rettet. Lo scrive il gip Emanuele Cersosimo nel provvedimento di sequestro della nave. E c’è stato “il 18 giugno un vero rendez vous tra trafficanti e Iuventa”. Addirittura, scrive sempre […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.