Più che la blasfemia quello che desta scandalo ormai è solo la banalità

Più che la blasfemia quello che desta scandalo ormai è solo la banalità

La satira sulla religione, almeno in Occidente, ha smesso di indignare o far ridere ai tempi di Peppone e don Camillo. Viviamo in una società così secolarizzata se non ci fosse Rai1 con le fiction sulle vite dei santi o qualche rigurgito di religiosità popolare intorno a padre Pio e al Papa, il grosso degli […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.