“Parlavo con Alemanno, ma non capivo se lui capiva…”

Minuto per minuto le “verità” di Buzzi: “La pace con Gianni alla cena con Poletti”
“Parlavo con Alemanno, ma non capivo se lui capiva…”

Lo show di Salvatore Buzzi – trasmesso nell’aula bunker di Rebibbia dal carcere di Tolmezzo dove si trova detenuto al 41 bis – prosegue col racconto dell’aggancio alla destra romana dopo la vittoria di Gianni Alemanno nel 2008. Tutto comincia con una maxi-gara, aperta a tutte le imprese di Roma, bandita in chiave anti-cooperative sociali […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.