Pamela e i fiori di Traini: “Non è peggio dei politici”

A Roma l’ultimo saluto alla 18enne fatta a pezzi da uno o più nigeriani a Macerata
Pamela e i fiori di Traini: “Non è peggio dei politici”

Palloncini bianchi e rosa, fiori, silenzio e lacrime. Così la città di Roma e il quartiere Appio hanno dato ieri l’estremo saluto a Pamela Mastropietro, la 18enne romana uccisa e fatta a pezzi nei dintorni di Macerata lo scorso 30 gennaio. Le indagini hanno portato fin qui in carcere tre nigeriani, il principale indiziato Innocent […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.