Nyman: “Metto in note il silenzio della Guerra”

Con “War Work: 8 songs with film” il compositore invita a riflettere sulle situazioni che minacciano la pace del pianeta: “Anche quelle che non sembrano a rischio”
Nyman: “Metto in note il silenzio della Guerra”

“La Grande Guerra ha profondamente cambiato il modo di vedere le cose nel mondo, nulla dopo di questa tragedia è stato come prima. Sono nato nel ’44, dunque non ho vissuto nemmeno la Seconda guerra mondiale, ma nel dopoguerra in Gran Bretagna il ricordo del primo conflitto (erano trascorsi appena trent’anni) ci ha ininterrottamente accompagnati […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.