Nettuno, il sindaco sfiduciato dal notaio col metodo Marino

Guai 5stelle - Spine “locali” dal Lazio alla Toscana
Nettuno, il sindaco sfiduciato dal notaio col metodo Marino

Quando nel 2016 entrò come sindaco del M5S nel Comune di Nettuno, Angelo Casto mise sul balcone di casa una civetta. Per lui, palermitano, vicequestore aggiunto, quello era il simbolo della Sicilia di Sciascia, nella città già sciolta per mafia – unica del Lazio – nel 2005. È durata meno di due anni la sua […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.