Netanyahu cancella l’accordo con l’Onu sui migranti africani

Per una parte di Israele i profughi che fuggono da Sudan e Eritrea sono “infiltrati”
Netanyahu cancella l’accordo con l’Onu sui migranti africani

A causa delle proteste incrociate dei partiti di destra italiani, i più vicini al premier israeliano Benjamin Netanyahu – amico personale di Berlusconi – della freddezza della Germania, di numerosi ministri del proprio esecutivo e buona parte dell’opinione pubblica di Tel Aviv, lo stesso primo ministro ha ieri deciso di cancellare l’accordo bilaterale raggiunto lunedì […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.