Nella terra di nessuno né araba né israeliana

Shuafat - È il solo campo profughi di Gerusalemme, fondato nel 1965 per gli arabi. Una zona extraterritoriale dove tutto è affidato alla buona volontà delle ong
Nella terra di nessuno né araba né israeliana

Al centro di Israele e Palestina, proprio al centro, sulla mappa, c’è un luogo che non è né Israele né Palestina e che però racconta più di ogni altro israeliani e palestinesi. Si chiama Shuafat. Ha 40 mila abitanti in 0,2 chilometri quadrati. Quanto la Central Station di New York. Ed è un campo profughi. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.