Natale tutto rutti: senza un perché ma d’estate

Natale tutto rutti: senza un perché ma d’estate

Conciati per le Feste. Se il Buon Natale si vede dal principio, non resta che stringere i denti, chiudere gli occhi e confidare nell’ineffabile Riccardo Garrone di quelle prime Vacanze del 1983: “E anche questo Natale… se lo semo levato dalle palle!”. A distanza di 33 anni rimane ancora il miglior giudizio critico sul cinepanettone, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.