“Naples ’44”, il cielo sul Vesuvio era un fuoco grigio polvere

“Naples ’44”, il cielo sul Vesuvio era un fuoco grigio polvere

Le strade rumorose come “uccelliere tropicali”, le puttane, l’eruzione del Vesuvio, le esplosioni improvvise, le false notizie: “Gli abitanti erano convinti che una volta riallacciata l’energia elettrica la città sarebbe saltata in aria per le mine messe appositamente dai tedeschi”. I vicoli stretti e “l’odore di legno bruciato”, le macerie che “ostruiscono completamente le strade”, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.