Moderni e ribelli, quando il potere si combatte con l’arte

Una mostra dedicata a una collezione privata rara e inedita: al centro un gruppo di artisti che durante l’egemonia sovietica nell’Est, ha messo da parte il “Realismo socialista”
Moderni e ribelli, quando il potere si combatte con l’arte

La mostra organizzata da FM Centro per l’Arte Contemporanea di Milano, dopo la vasta rassegna sugli anni 70 in Italia ci presenta una differente e meno nota avanguardia. Modernità non allineata è il titolo della mostra curata da Marco Scotini (con Andris Brinkmanis e Lorenzo Paini) mentre il sottotitolo chiarisce che riguarda Arte e Archivi […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.