Milano 1972, interno gruppettaro con traliccio sullo sfondo

All’Out Off di Milano in scena la pièce di Nanni Balestrini: la crisi di un “collettivo” politico di sinistra all’indomani della morte dell’editore Giangiacomo Feltrinelli a Segrate
Milano 1972, interno gruppettaro con traliccio sullo sfondo

Nei giorni in cui, a Milano, si inaugurava la nuova sede della Fondazione Feltrinelli, col plauso dell’intellighenzia, della stampa e della borghesia cittadine e non solo, in un teatro di periferia, l’Out Off giustappunto, debuttava L’editore, tratto dall’omonimo romanzo di Nanni Balestrini sulla “misteriosa” morte di Giangiacomo Feltrinelli: certo non si è trattato di una […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.