“Migranti torturati in Libia”. L’Italia denunciata in Europa

Il ricorso - Finiscono alla Corte dei diritti umani i respingimenti in mare affidati da Roma ai guardacoste di Tripoli che riportano tutti nei campi di detenzione
“Migranti torturati in Libia”. L’Italia denunciata in Europa

L’accusa è precisa. “C’è una responsabilità diretta del Mrcc di Roma (il centro di coordinamento dei salvataggi in mare, gestito dalla Guardia costiera italiana) e dello Stato italiano per la violazione dei diritti umani dei migranti recuperati dalla Guardia costiera libica”, scandisce Loredana Leo, avvocato dell’Asgi (Associazione studi giuridici sull’immigrazione). La denuncia arriverà alla Corte […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.