“Ma se salgono sulle nostri navi sono in Italia”

L’ammiraglio Vittorio Alessandro - “A norma del trattato di Dublino il nostro è il Paese di prima accoglienza”
“Ma se salgono sulle nostri navi sono in Italia”

“Per cambiare le regole ci sono i tavoli diplomatici. Intervenire su un’operazione di soccorso già avviata è assurdo e contrario a ogni prassi”. Vittorio Alessandro, Contrammiraglio in congedo, coordinatore nel 2011 della crisi di Lampedusa, così commenta la vicenda Aquarius. Ammiraglio, cosa prevedono i trattati quando una nave raccoglie naufraghi? La prassi è universale. Esiste […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.