“Per cambiare le regole ci sono i tavoli diplomatici. Intervenire su un’operazione di soccorso già avviata è assurdo e contrario a ogni prassi”. Vittorio Alessandro, Contrammiraglio in congedo, coordinatore nel 2011 della crisi di Lampedusa, così commenta la vicenda Aquarius. Ammiraglio, cosa prevedono i trattati quando una nave raccoglie naufraghi? La prassi è universale. Esiste […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Senti chi parla: quando Francia e Spagna chiudevano i loro porti ai migranti

prev
Articolo Successivo

Spinelli: “Illegale negare il porto ma Roma è vittima di iniquità”

next