L’uomo dei mafiosi: “Mantovani nostra punta di diamante”

Gli atti - L’imprenditore vicino ai clan sull’ex vicepresidente forzista della Lombardia, indagato e nominato ieri in commissione Sanità
L’uomo dei mafiosi: “Mantovani nostra punta di diamante”

L’imprenditore amico della ’ndrangheta non ha dubbi. Per riempire la cesta degli affari in Lombardia bisogna puntare su Mario Mantovani, l’ex numero due del Pirellone, indagato per corruzione e miracolosamente nominato proprio ieri nella commissione Sanità della Regione. Lo sa Antonino Lugarà, ras brianzolo dell’edilizia, arrestato due giorni fa nel maxi-blitz coordinato dalle Procure di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.