L’incubo in technicolor è arrivato dal Texas

L’incubo in technicolor è arrivato dal Texas

Non si sa quanto sia intenzionale, ma leggendo di fila il nome del gruppo e il titolo del disco viene fuori una canzone del celeberrimo esordio dei Velvet Underground, fresco di cinquantenario. Non sono certo Lou Reed e John Cale i primi nomi che saltano in mente all’ascolto dei Black Angels – semmai quelli di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.