Le suorine in clausura? Il Papa sente puzza di “social”

Ogni volta che Papa Francesco ha ragguagliato il suo gregge sui rischi delle tecnologie digitali lo ha fatto con esortazioni forti, solenni, del genere di quelle che danno le zie: “A tavola basta con i telefonini e la tv accesa”, “La felicità non è un’app del telefonino”. Ieri ha deciso di focalizzare gli strali sull’uso […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.