L’amico imprenditore non ha risposto ai magistrati

L’amico imprenditore non ha risposto  ai magistrati

Si è avvalso della facoltà di non rispondere l’imprenditore Carlo Russo di Scandicci, amico di Tiziano Renzi e con lui indagato per traffico di influenze illecite. L’interrogatorio di Russo, uomo chiave dell’inchiesta perché secondo i pm era il tramite tra l’imprenditore Alfredo Romeo finito in carcere per corruzione e il padre dell’allora presidente del Consiglio, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.