La rabbia degli altri: “Forse Beppe si fida di cattivi consiglieri”

La guerra per la scaletta dello show, l’irritazione di chi resta tra le quinte e i nostalgici della purezza originaria

Nell’afa della festa di Palermo, un volto corrucciato che consulta un tablet, e due occhi giovani dietro di lui che invocano una risposta. “Ma tu quando parli?”, chiede l’assistente al parlamentare. E lui risponde meccanico: “Non oggi”. L’immagine dei delusi a 5Stelle è pure questa. La foto di quelli che non ci stanno, o che […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.