Pokemon Go, la Nintendo non ascolta il direttore di Auschwitz: “Togliete il gioco dal lager”

"È irrispettoso sotto ogni aspetto", ha scritto il responsabile del museo del campo di concentramento. Stessa situazione a negli istituti dedicati ai gulag, a Mosca, e all'Olocausto, a Washington. E in Bosnia c'è il pericolo mine

Dopo l’entusiasmo che ha contagiato milioni di fans, ecco l’indignazione, l’ostilità, la rabbia. Quella di Auschwitz Memorial è datata 12 luglio. Con un tweet indirizzato a NianticLabs, ma ignorato dallo sviluppatore di Pokemon Go, il travolgente gioco lanciato lo scorso 6 luglio negli Stati Uniti e poi, progressivamente, nel resto del mondo: “Non permettete Pokemon […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.