La musica è più forte della morte e delle SS

La storia di un violino e della sua giovane proprietaria, deportata e uccisa ad Auschwitz
La musica è più forte della morte e delle SS

Una storia vera, tragica, dell’inferno nazifascista. Un racconto di Auschwitz e di una ragazza ebrea che non volle separarsi dal suo amatissimo violino e che morì poi nel lager di Birkenau. Ma soprattutto è una narrazione, adesso, destinata ai giovanissimi, alle lettrici e ai lettori più piccoli, per dire che la musica è più forte […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.