La Libia: “Le Ong aspettano i barconi”

L’accusa della Marina di Tripoli - Nuovo naufragio: otto morti e molti dispersi nel Canale di Sicilia
La Libia: “Le Ong aspettano i barconi”

Conversazioni via radio tra le navi di quattro Ong piazzate davanti la costa libica “hanno dato l’impressione che le organizzazioni umanitarie stessero aspettando barconi con circa 570 migranti poi bloccati ieri dalla Guardia costiera di Tripoli”. E per questo “il comportamento di queste Ong accresce il numero di barconi di migranti illegali e l’audacia dei […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.