La dignità delle ragazze rapite da Boko Haram

La dignità delle ragazze rapite da Boko Haram

Non amo questo bambino. Lo so che è stato suo padre a farmi del male, che il bambino è innocente. Dopo la sua nascita non volevo allattarlo, ma quelli del villaggio mi hanno detto: “Devi prenderti cura del bambino. Non macchiarti di questo peccato davanti a Dio”. Agnes ha 25 anni ed è stata tenuta […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.