La corsa a ostacoli del “liceo breve”

A chi mi chiedesse quali siano i provvedimenti più urgenti da applicare alla scuola italiana, risponderei che in primis occorre mirare al risanamento degli edifici, molti dei quali vetusti e risalenti a fine 800, quando non, invece, al fiorire di anonimi parallelepipedi di cemento degli Anni 60, troppo spesso in sospetto di amianto. Bonificare, mettere […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.