Julie’s, il pregio di non credersi più così bravi

Julie’s, il pregio di non credersi più così bravi

Ogni nuovo disco dei Julie’s Haircut – siamo al settimo in quasi vent’anni – rappresenta un passo ulteriore in un percorso artistico rigoroso, che dal rock’n’roll indie degli esordi è approdato man mano sulle terre vergini della sperimentazione. La musica dei Julie’s si è fatta col tempo sempre più introversa ma anche più affascinante. Invocation […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.