Ironia sì, ma in profondità Gabbani, buona la seconda

Ironia sì, ma in profondità Gabbani, buona la seconda

Il cantautore di Carrara, dopo l’exploit del Festival, era atteso per la prova più importante, il secondo album, quello più difficile. Nove brani solari, frizzanti, trasversali e ironici, compreso il classico tormentone estivo e sfacciato, Tra le granite e le granate, inserito in tutte le playlist dei network radiofonici. Dov’è il trucco? Non c’è. Si […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.