Io difendo Scalfari (ma non su Renzi e B.)

Era il 2011 e mi trovavo da qualche giorno a Lecce con Eugenio Scalfari per la presentazione di Scuote l’anima mia Eros, Einaudi. Era stanco Eugenio, aveva 87 anni. Mi disse che pensava di abbandonare il sistematico appuntamento domenicale su Repubblica: “Farò come Montanelli. Indro scriveva quando aveva voglia. Tu che ne pensi?”. “È vero […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.