Il prete pedofilo scappa in taxi e va a Milano

Don Conti sconta 14 anni per abusi su 7 minori, ricompare in clinica dove dicono che non può andare in carcere
Il prete pedofilo scappa in taxi e va a Milano

Se l’è svignata in taxi dalla clinica psichiatrica dov’era ai domiciliari, immediatamente dopo aver saputo che sarebbe dovuto tornare in carcere. Una strana fuga quella del prete pedofilo don Ruggero Conti, ex parroco di periferia a Roma, all’epoca dei fatti – tra il 1998 e il 2008 – influente in Curia e poi nominato garante […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.