I “rieccoli” delle riforme costituzionali: un’ipotesi medica

Da qualche tempo è ripartita la tarantella delle riforme costituzionali: meglio fondare la Repubblica sulla libertà invece che sul lavoro; il presidenzialismo, il semipresidenzialismo, il cancellierato dolce e quello sadomaso; il monocameralismo e la bifamiliare. Ieri sul Corriere della Sera c’era persino Ernesto Galli della Loggia che tentava di difendersi dall’accusa di Giuliano Ferrara di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.