Gelmini, le multe “elettorali” e la denuncia in sosta vietata

Dal neutrino alle firme di Tremonti, l’ultima gaffe
Gelmini, le multe “elettorali” e la denuncia in sosta vietata

E niente, l’ha rifatto. C’è ricascata. Erano almeno un paio di mesi che Mariastella Gelmini non faceva una gaffe, che non diventava trend topic su Twitter, che non costringeva un portavoce o una segretaria a dimettersi, che non era costretta a rettificare le sue rettifiche, poi come sempre mi si è distratta un attimo e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.