Fronte del palco a Tel Aviv. Il rock si azzuffa su Israele

Dopo Roger Waters, ecco la neozelandese Lorde
Fronte del palco a Tel Aviv. Il rock si azzuffa su Israele

C’è un tema capace di radunare ancora il gotha del rock. Poche volte si è vista una partecipazione così sentita dell’intellighenzia rockettara sulla scelta degli artisti di tenere concerti in Israele. I nomi coinvolti sono Roger Waters, Thom Yorke, Nick Cave, David Byrne, Brian Eno, Rolling Stones, Gorillaz e altri ancora. Ma andiamo per ordine. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.