Ecco perché Cappato non va giudicato

Ecco perché Cappato non va giudicato

Ho visto Fabo due settimane prima del suo ultimo viaggio in Svizzera. Sono stata a casa sua, che poi era quella di sua mamma Carmen, per fargli un’intervista che uscì su Il Fatto. Ricordo che prima di suonare il citofono, quella mattina di febbraio, ero nervosa. Fuori dalle finzioni televisive sono emotiva, non sapevo come […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.