“Don Milani non era pedofilo. Walter Siti così si fa pubblicità”

Reazioni alla dedica di “Bruciare tutto” al prete di Barbiana
“Don Milani non era pedofilo. Walter Siti così si fa pubblicità”

“Ho dato mandato agli avvocati di studiare la vicenda e, se c’è modo, procederemo per vie legali”: non è affatto piaciuta alla Fondazione Don Lorenzo Milani e al suo vicepresidente Agostino Burberi, la dedica dell’ultimo romanzo di Walter Siti, Bruciare tutto (Rizzoli), il cui protagonista è un sacerdote pedofilo. Tale don Leo – ha precisato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.