Di uomini e bestie, il romanzo di uno “storditore”

Il dilemma di un addetto alla soppressione dei bovini che tenta di lenire la sofferenza degli animali e che uccide un collega sadico con le mucche
Di uomini e bestie, il romanzo di uno “storditore”

Non mi pare che i Greci avessero l’idea che gli uomini e gli animali sono fratelli, ma le opere dei filosofi “materialisti” non ci sono giunte perché fatte sparire per il contenuto scandaloso. Tuttavia in Leucippo e soprattutto in Epicuro l’origine di tutte le cose dalla materia atomica presuppone il principio. In Lucrezio e Virgilio […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.