Così si distrugge una vita, lo psycothriller alla Orwell

L’ultimo bestseller di Bernard Minier, l’inventore del comandante Martin Servaz: un “mostro” invisibile porta alla follia Christine, star radiofonica
Così si distrugge una vita, lo psycothriller alla Orwell

L’incubo di un mostro senza faccia, invisibile ma invadente, che ti controlla a suo piacimento è un classico dello psycothriller, il fenomeno commerciale del momento. Nel caso della bella e spigolosa Christine, speaker di punta di una radio di Tolosa, in Francia, tutto comincia con una lettera anonima alla vigilia di Natale. Il misterioso autore […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.