“Ci accusano per coprire il flop di Frontex. Senza di noi ci sarebbero molti più morti”

Il fondatore dell’organizzazione spagnola tra le prime a intervenire in mare
“Ci accusano per coprire il flop di Frontex. Senza di noi ci sarebbero molti più morti”

Oscar Camps, fondatore di Proactiva Open Arms, è in atto una campagna contro le Ong accusate di connivenza con i trafficanti? Più che accusarci, sospettano. Se avessero realmente prove le passerebbero agli organi giudiziari, non ai mezzi d’informazione. Noi non vendiamo armi, non diamo materiale, né facciamo formazione, non abbiamo niente a che fare con […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.