C’è una Rete senza padroni ma l’Ue la vuole chiudere

C’è una Rete senza padroni ma l’Ue la vuole chiudere

Nelle periferie di Roma Est, strane antenne punteggiano tetti e balconi. Sembrano parabole satellitari, ma all’altro capo del filo non c’è un televisore sintonizzato su Sky. Seguendo il cavo che si snoda dall’antenna, si giunge ad un router WiFi, una di quelle scatole per navigare su Internet senza fili. Connesse a quel router, le persone […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.