“Bianzino fu picchiato, il processo va rifatto”

Nuove perizie - Il 44enne morì in cella nel 2007 ufficialmente per aneurisma, ma la famiglia ritiene di avere prove contrarie
“Bianzino fu picchiato, il processo va rifatto”

Nuovi elementi possono portare alla riapertura delle indagini sulla morte di Aldo Bianzino deceduto il 14 ottobre 2007 nel carcere di Perugia due giorni dopo il suo arresto. Il 44enne, falegname, incensurato, era stato fermato insieme alla compagna per una piccola coltivazione di marijuana nei dintorni del suo casolare umbro. Dopo due giorni di detenzione, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.