Basta Clooney, Willis e Shakira. Ridatemi Ernesto Calindri

Scappavo da chi cercava campo, da chi mi parlava di flora intestinale, da chi parlava alle galline e da chi mi offriva patatine. Poi, per fortuna, mi sono svegliato
Basta Clooney, Willis e Shakira. Ridatemi Ernesto Calindri

Ho avuto tanta paura. Saranno state le tre, le quattro di notte, non so. Dormivo. Vengo svegliato di soprassalto da degli strani rumori in cucina. E poi una voce maschile. Dice qualcosa tipo “Campo. Non c’è campo”. Con il cuore in gola mi alzo. Vado a vedere che succede. In piedi sui fornelli c’è Bruce […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.