Arrestato per estorsione l’avvocato anti-mafia

La difesa di Arnone: “Si tratta di una normale transazione, i giudici si sbagliano”
Arrestato per estorsione l’avvocato anti-mafia

Due assegni di 7 mila euro ciascuno trovati in tasca al presunto estorsore, l’avvocato Giuseppe Arnone, dopo che la presunta vittima, l’avvocato Francesca Picone, fingendo di aderire alle richieste estorsive, avverte invece la polizia che si fa trovare sotto lo studio legale. Con l’accusa di estorsione è finito nel carcere di Agrigento l’avvocato paladino delle […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.