Anticorruzione, la lezione del Perù

Circa 35 anni fa ricevetti un invito inaspettato: Beniamino Andreatta mi chiese di partecipare a una riunione della associazione da lui fondata, Arel (Agenzia di Ricerche e Legislazione) dove si sarebbe parlato di mezzi di contrasto alla corruzione. Ero molto emozionato: magistrato giovane, non particolarmente conosciuto, Andreatta era persona di altissimo livello culturale e politico […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.