Ancora la monnezza interrata a Giugliano “I mattoni scoppiano”

Napoli, “inquinate cave di pozzolana” usate da imprese edili. Vendute 19 mila tonnellate di materiali fragili
Ancora la monnezza interrata a Giugliano “I mattoni scoppiano”

A Giugliano, l’inferno della monnezza, hanno sigillato un nuovo girone dantesco. I carabinieri del Noe (Nucleo operativo ecologico) e la polizia provinciale hanno sequestrato due cave, la San Severino di Enrico Micillo e la Neos di Biagio Illiano. Secondo l’inchiesta della Dda partenopea erano al centro di un gigantesco traffico illecito di rifiuti, i luoghi […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.