A Messina il giudice vieta i microfoni nel processo al deputato Genovese

L’ex dem passato a FI accusato di corruzione elettorale
A Messina il giudice vieta i microfoni nel processo al deputato Genovese

È raro che un tribunale neghi a Radio Radicale la registrazione e la trasmissione audio delle udienze di un processo, la cui pubblicità è garantita dalla Costituzione, ma l’altroieri è capitato a Messina, dove mafia e politica sono alla sbarra, nel processo cosiddetto “Matassa’’, imputati tra gli altri, i deputati ex Pd, ora passati al […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.