A Gerusalemme la festa. A Gaza la “Catastrofe”

55 morti, 2.800 feriti - Nel giorno dell’inaugurazione dell’ambasciata statunitense nella Città Santa, Hamas ottiene il suo tributo di sangue dai disperati della Striscia
A Gerusalemme la festa. A Gaza la “Catastrofe”

Alle sei di sera, quando i morti hanno superato quota cinquanta, Hamas, avuto il tributo di sangue che aveva chiesto ai disperati di Gaza, ordina la ritirata. Dai cumuli di copertoni si alza ancora un fumo acre, denso, tossico come i gas lanciati dai militari israeliani schierati dall’altra parte della Barriera. Stracci, bandiere, un tappeto […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.