“A disposizione” del costruttore. Arrestato Marra per corruzione

Scoperti assegni per 367 mila euro da parte dell’imprenditore. L’accusa al braccio destro della sindaca: Scarpellini gli ha comprato una casa nella Capitale
“A disposizione” del costruttore. Arrestato Marra per corruzione

“Sto a disposizione”. Così il 30 giugno scorso Raffaele Marra metteva nelle mani dei costruttori romani la sua funzione di pubblico ufficiale: almeno in quelle di Sergio Scarpellini, patron della Milano 90 che affitta uffici al Campidoglio e all’intera politica romana, Parlamento compreso. L’imprenditore, secondo la Procura di Roma, qualche regalo a Marra lo ha […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.