Guerra in Ucraina

Azov, lo scambio di prigionieri salta. Mosca: “Sono dei terroristi”

Bombe e diplomazia - Niente negoziati. La resa dei soldati non facilita il dialogo. La Duma pronta a dire no al rilascio degli ucraini ora a Lugansk

18 Maggio 2022

L’evacuazione dei miliziani dall’Azovstal pone fine alla battaglia di Mariupol, mentre Finlandia e Svezia fanno un passo decisivo verso l’ingresso nell’Alleanza atlantica. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky getta una luce positiva sulla resa: “Stiamo salvando i nostri ragazzi: l’Ucraina ha bisogno di eroi vivi”. Ma lo scontro tra Kiev e Mosca sulla sorte dei miliziani […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.